Be green, be Olmo: che ne dite di un orologio in legno?

Ben prima di diventare il titolo di una nota trasmissione televisiva, l’espressione cotto e mangiato è sempre stata usata per dare l’idea di qualcosa di immediato, pensato e fatto all’istante. E così queste parole mi sono tornate in mente stamattina, quando ho deciso di parlare degli orologi Olmo: sabato sono stata alla presentazione, mi sono innamorata e ho voglia di condividere subito questa scoperta.

Olmo è il nuovo progetto di Lowell, azienda modenese nata nel 1972 come produttrice di orologi da parete: negli anni ha ampliato la sua attività a tutti i settori della misurazione del tempo, fino alle collezioni di orologi da polso. La capacità di rinnovamento, l’attenzione alle tendenze contemporanee e la passione per il made in Italy sono gli elementi che caratterizzano l’azienda e tutti i suoi articoli: qui sul blog vi avevo già parlato di un’altra loro idea che porta il nome Pensieri Felici, una linea di gioielli in argento.

Olmo è un eco-orologio da polso, rivoluzionario e dal cuore green: è il primo a essere automatico e in legno naturale, completamente made in Italy, con cinturino in poliestere riciclato. L’idea è quella di fare riscoprire il fascino e la semplicità del legno, uno dei materiali più antichi che l’uomo abbia mai plasmato: Lowell propone cinque essenze differenti – ebano, palissandro, mogano, ulivo, noce – e ogni segna tempo risulta unico, così come unico e irripetibile è ogni albero.

L’azienda ha deciso di usare solo legno naturale non trattato ottenuto da alberi provenienti da foreste a ciclo di vita controllato e legno di recupero di prima scelta proveniente da varie lavorazioni: voglio raccontarvi perché questa scelta mi colpisca in modo particolare.

Abito poco fuori dal centro città e la piccola palazzina in cui vivo è circondata da grandi pini. È uno dei motivi per cui abbiamo scelto questa casa: i pini sono uno spettacolo in ogni stagione, regalano ombra e un grande senso di quiete. Segnano lo scorrere del tempo, in quanto d’inverno si riempiono di neve dando un’immagine incantata e in primavera offrono riparo alle tortore che vi nidificano: nei pomeriggi d’estate, quando lavoro qui a casa, mi fa compagnia il frinire delle cicale. Grazie a questi alberi, non sembra di stare a pochi chilometri dal centro caotico di una grande metropoli.

Nelle ultime settimane, nella mia zona ci sono stati alcuni forti nubifragi: acqua e vento si sono particolarmente accaniti su una pianta, rendendola – così dicono – pericolosa. Così dicono, lo ripeto e lo sottolineo, perché io non ne sono tuttora convinta: comunque, con mio sommo dispiacere, l’albero è stato abbattuto. Sono stata in agitazione per due giorni e ho fatto tantissime telefonate per informarmi circa la situazione e per sincerarmi che non ne venissero abbattuti altri: tuttora mi chiedo se il sacrificio di quel pino meraviglioso fosse veramente necessario o se sia stata scelta la strada più comoda e veloce.

Penso di essere piuttosto lucida riguardo al rapporto che dovrebbe esserci tra l’uomo e le risorse del nostro pianeta: so che non possiamo vivere senza animali e piante e proprio per questo sono a favore di una convivenza intelligente e contro, invece, un uso sconsiderato, irragionevole ed egoista. Sono decisamente contro la visione dell’uomo come padrone di questo pianeta: ne siamo solo degli abitanti, al pari di altre creature.

Olmo by Lowell in mogano
Olmo by Lowell in mogano
Olmo by Lowell in ebano
Olmo by Lowell in ebano

Fatta questa premessa, immagino avrete capito perché, quando ho ricevuto l’invito per la presentazione, mi sono incuriosita: ho voluto andare a vedere dal vivo Olmo, quest’orologio dal cuore di legno che continua a vivere al nostro polso, si modifica (avete presente ciò che accade ai mobili in vero legno o ai pavimenti in parquet naturale?) e si evolve, mostrando tutta la naturale bellezza del tempo.

Il legname che avanza dalle lavorazioni di mobili e altri manufatti, pur essendo pregiato, viene di solito buttato: Lowell si pone come nuovo interlocutore, facendo sì che nessuna parte venga sprecata. Ciò che per alcuni è di troppo diventa prezioso per altri: se sono piccoli per creare altri pezzi, gli scarti risultano al contrario perfetti per dare vita alle casse degli orologi.

Oltre a utilizzare legno di recupero e a non utilizzare guarnizioni plastiche, l’azienda cerca ulteriormente di minimizzare l’impatto ambientale rivolgendosi a fornitori selezionati in un raggio massimo di 200 chilometri dal suo stabilimento: inoltre, come accennavo in principio, ha pensato di utilizzare fibre ottenute da un processo di riciclo anche per il cinturino, un’idea semplice alla quale segue un lungo processo di lavorazione che consente che tutte le componenti di Olmo siano totalmente riciclate e riciclabili.

Il tessuto deriva da materiale di riciclo post-consumo ed è ottenuto mediante un processo meccanico, non chimico, certificato 100% made in Italy in tutta la sua catena: partendo dalla raccolta differenziata delle bottiglie di plastica, si riesce a dare vita a un filato di poliestere di alta qualità che garantisce lo stesso livello di prestazioni dei filati realizzati da polimeri vergini. Questo dato è molto importante, perché è fondamentale capire che il riciclo non vuole affatto dire rinunciare né alla qualità né all’estetica.

Olmo by Lowell in noce (il mio preferito!)
Olmo by Lowell in noce (il mio preferito!)
Olmo by Lowell in palissandro
Olmo by Lowell in palissandro
Olmo by Lowell in ulivo
Olmo by Lowell in ulivo

Olmo non prevede pile o chip: ciò che lo fa funzionare è l’ingegno dell’uomo nonché il movimento del corpo e del polso. L’orologio è infatti animato da un ingranaggio meccanico a carica automatica: occorre unicamente muoversi. Insomma, vive davvero insieme a noi.

Credo che questo sia l’orologio perfetto per chi ha a cuore l’ambiente, anche se sono convinta che, grazie al suo design accattivante, lineare, pulito ed estremamente contemporaneo, in realtà piacerà a chiunque sia innamorato delle cose belle, ben pensate e altrettanto ben realizzate.

I modelli nelle 5 essenze di legno saranno disponibili a partire da settembre. Non preoccupatevi, non mancherò di ricordarvelo.

Manu

 

 

Per maggiori informazioni e per approfondire:

Qui trovate il sito degli orologi Olmo by Lowell, dove potrete anche leggere le caratteristiche di ogni essenza.

Se volete rileggere il post su Pensieri Felici, altro progetto Lowell, cliccate qui.

 

 

Qualche mia foto alla presentazione Olmo by Lowell

 

 

 

 

Se vi va, potete seguire A glittering woman su Facebook | Twitter | Instagram

 

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Manu

Mi chiamo Emanuela Pirré, Manu per gli amici di vita quotidiana e di web, e sono nata un tot di anni fa con una malattia: la moda. La moda è come l’aria che respiro: ne ho bisogno perché per me è una forma di cultura, una modalità di espressione e di comunicazione, un linguaggio che amo e rispetto. Il minimalismo non è il mio forte e sono allergica a pregiudizi, convenzioni, conformismo e omologazione. Vivo sospesa tra passione per il vintage e amore per il futuro e sono orgogliosa della mia nutrita collezione di bijou iniziata quando avevo 15 anni: per fortuna Enrico, la mia metà, sopporta con pazienza entrambe, me e la collezione. Sono curiosa di natura perché è la vita stessa a stuzzicarmi: oltre alla moda, amo i viaggi, i libri, l'arte, il cinema, la fotografia, la musica, il nuoto e la buona tavola, possibilmente in compagnia. La positività è la mia filosofia di vita: mi piace costruire, non distruggere. Sono web content editor, insegno Fashion Web Editing in Accademia Del Lusso e porto avanti con entusiasmo questo blog: detesto i limiti, i confini, i preconcetti – soprattutto i miei – e mi piace fare tutto ciò che posso per superarli. Se volete provare a diventare miei amici, potete offrirmi un piatto di tortellini in brodo oppure potete propormi la visione di “Ghost”: inguaribile romantica (e ottimista), riesco ancora a sperare che il finale triste si trasformi in un "happy end".

Glittering comments

Manu
Reply

Sono felice che ti piacciano 🙂
Manu

Lascia un commento

Nome*

email* (not published)

website

error: Sii glittering, non copiare :-)