White Milano: non solo moda e tanti talenti

Giovedì 12 settembre sono stata alla conferenza stampa di presentazione del White Milano che aprirà le porte domani. Non vi nascondo la mia emozione, sia per essere stata invitata a scoprire le novità insieme a tanti giornalisti sia per aver avuto l’opportunità di sentire raccontare il White direttamente dalle voci di Cristina Tajani, assessore alla Moda e Design, e di Massimiliano Bizzi, presidente e fondatore del famoso salone milanese. Teatro della conferenza stampa è stato Palazzo Marino.

Mi ero già occupata di White Milano qui sul blog in occasione dell’edizione di giugno (qui potete rileggere l’articolo): la nuova edizione vede la presenza di ben 440 espositori, 300 italiani e 140 esteri, e sono attesi oltre 15.000 visitatori. Nelle tre sedi di via Tortona (ai civici 27, 35 e 54) si concentrerà il risultato di una ricerca fatta esplorando il panorama della moda contemporanea internazionale: un appuntamento che mira a superare i confini della moda in senso stretto, disegnando nuovi legami con l’arte, il cibo, la fotografia, l’eyewear e il beauty.

Novità assoluta sarà l’area Red Milk Magazine Room, nata dalla collaborazione tra White e uno dei più prestigiosi magazine on line nel settore della moda di ricerca. In esclusiva per White verrà stampato il numero zero della rivista cartacea a tiratura limitata.

Debutterà al salone anche WHITE AND SEE, sezione dedicata agli occhiali più cool del momento.

Una nuova partnership è quella col gruppo Mondadori: prenderà il via il Food Experience Mondadori che ha l’intento di esaltare il connubio stilistico tra food e fashion. Il festival-show sulla cultura gastronomica porterà a Milano, in via Tortona 35, un ricco calendario di appuntamenti in collaborazione con Grazia, Grazia.it e Sale&Pepe. Si alterneranno showcooking e approfondimenti con grandi protagonisti del food & fashion che racconteranno i punti di incontro di questi due mondi. Non mancheranno momenti di degustazione, confronti con gli chef e tante altre iniziative a metà tra la moda e il gusto, il tutto da vivere anche online: una squadra di food e fashion blogger, infatti, seguirà dal vivo tutte le attività del Food Experience con foto, video, live blogging e twitting, attraverso l’hashtag #FashionFood.

La rassegna vedrà inoltre il varo del progetto IFP SHOWROOM (via Tortona 54), consacrato all’estremo oriente.

Proseguirà naturalmente anche il legame di WHITE con arte e cultura: il salone ha infatti stretto una collaborazione con il fotografo di fama internazionale Stefano Guindani, i cui scatti hanno dato vita al catalogo, curato dal giornalista e docente di comunicazione Tommaso Basilio. Da strumento utile ai visitatori del salone, il catalogo diviene così un’opera da collezionare.

WHITE BEAUTY (via Tortona 54) presenterà 15 presenze illustri dell’alta profumeria artistica.

All’interno di WHITE SUITE (via Tortona 35, spazio dedicato alle collezioni femminili di alta qualità) verrà inaugurato un nuovo progetto nato dalla collaborazione tra il salone e Nunzia Garoffolo, ideatrice del blog Fashionbeyondfashion: Nunzia porterà quattro designer provenienti da tutto il mondo che presenteranno le loro novità per la primavera – estate 2014.

Riconfermata la presenza di Book Village, libreria milanese specializzata in moda e design che esporrà le più belle testate del settore.

Assolutamente da non perdere la performance della giovane designer Ludovica Amati: farà il suo esordio sotto i riflettori sabato 21 settembre al Castello Sforzesco, nel corso di una serata patrocinata dall’assessorato alla Moda e Design e che vedrà anche l’esibizione dell’attrice e musicista Joanna Preiss. Ludovica era presente alla conferenza stampa, visibilmente emozionata: avrò il piacere di raccontarvi prossimamente questo suo esordio, in quanto sono stata invitata alla sfilata. Non vedo l’ora, sono molto curiosa: l’evento si preannuncia come una commistione di quelle che tanto piacciono a me.

Insomma, come ha detto Massimiliano Bizzi, il salone è sempre più lontano dal concetto tradizionale di semplice rassegna fieristica: da più di 10 anni (con due edizioni precedenti extra zona Tortona), White ha l’obiettivo di fare impresa ed economia e di trasformare talenti ed esordienti in future aziende che possano vivere e produrre. Milano può competere e rinnovarsi e può essere una fucina di nuove generazioni di stilisti e imprenditori. Non posso che essere d’accordo, anzi, lo auspico fortemente.

Dall’esperienza di questa conferenza stampa, io porterò con me due cose: l’emozione di Ludovica Amati e l’entusiasmo di Meo Fusciuni, uno dei grandi nomi della profumeria e di WHITE BEAUTY. Le parole di Meo (che si definisce non un naso ma un “aromatario”) mi hanno particolarmente colpita: ha detto che per lui il White è stato un trampolino al primo anno, una vetrina al secondo e che ora lo sente come la sua casa. Bel concetto: auguro lo stesso percorso di successo a tutti i giovani talenti che passano per il salone milanese.

Foto centrale, da sinistra: Simona Citarella (designer e titolare della boutique multibrand WOK Store), Massimiliano Bizzi (presidente e fondatore di White), l’assessore Cristina Tajani e la stilista Ludovica Amati.<br />Foto in basso: ancora Cristina Tajani e Ludovica Amati con “l’aromatario” Meo Fusciuni.
Foto centrale, da sinistra: Simona Citarella (designer e titolare della boutique multibrand WOK Store), Massimiliano Bizzi (presidente e fondatore di White), l’assessore Cristina Tajani e la stilista Ludovica Amati.
Foto in basso: ancora Cristina Tajani e Ludovica Amati con “l’aromatario” Meo Fusciuni.
I miei appunti e le idee alla conferenza stampa del 12 settembre
I miei appunti e le idee alla conferenza stampa del 12 settembre

Riassumendo: il White si svolgerà dal 21 al 23 settembre a Milano, in via Tortona. E se volete saperne di più, visitate il sito e la pagina Facebook.

Manu

Quello che vedremo: le calzature AKKUA R’EVOLUTION
Quello che vedremo: le calzature AKKUA R’EVOLUTION
Quello che vedremo: i capi del brand BLAKE
Quello che vedremo: i capi del brand BLAKE
Quello che vedremo: MAISON BOTTALICO
Quello che vedremo: MAISON BOTTALICO
Quello che vedremo: FLOGG SHOES
Quello che vedremo: FLOGG SHOES
Quello che vedremo: SUPE DESIGN
Quello che vedremo: SUPE DESIGN

Le due foto “live” della conferenza stampa sono miei scatti.

Per le foto-preview di alcuni dei prodotti che vedremo al White ringrazio l’Ufficio Stampa.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Manu

Mi chiamo Emanuela Pirré, Manu per gli amici di vita quotidiana e di web, e sono nata un tot di anni fa con una malattia: la moda. La moda è come l’aria che respiro: ne ho bisogno perché per me è una forma di cultura, una modalità di espressione e di comunicazione, un linguaggio che amo e rispetto. Il minimalismo non è il mio forte e sono allergica a pregiudizi, cliché, convenzioni, conformismo e omologazione. Vivo sospesa tra passione per il vintage e amore per il futuro e sono orgogliosa della mia nutrita collezione di bijou iniziata quando avevo 15 anni: per fortuna Enrico, la mia metà, sopporta (e supporta) con pazienza entrambe, me e la collezione. Sono curiosa di natura perché è la vita stessa a stuzzicarmi: oltre alla moda, amo i viaggi, i libri, l'arte, il cinema, la fotografia, la musica, il nuoto e la buona tavola, possibilmente in compagnia. La positività è la mia filosofia di vita: mi piace costruire, non distruggere. Sono web content editor, insegno Fashion Web Editing in Accademia Del Lusso, mi occupo di consulenze sempre in ambito moda e/o comunicazione e infine porto avanti con entusiasmo questo blog. Detesto i limiti, i confini, i preconcetti – soprattutto i miei – e mi piace fare tutto ciò che posso per superarli. Se volete provare a diventare miei amici, potete offrirmi un piatto di tortellini in brodo - uno dei miei comfort food - oppure potete propormi la visione del film “Ghost”: da sognatrice, inguaribile romantica e ottimista quale sono, riesco ancora a sperare che la scena finale triste si trasformi miracolosamente in un lieto fine.

Glittering comments

Antonella C'est moi
Reply

quante belle cose, adoro!!! un bacio

emanuela
Reply

Hai detto bene: quante belle cose… quante idee, quanti nuovi stimoli!
Evviva il nuovo che avanza 🙂
Un bacio anche a te,
Manu

barbie
Reply

ciao Manu,
aspetto con ansia il resoconto del tuo viaggio in questo mondo!
è da un pò che ho cominciato ad essere attratta dalle nuove firme o meglio dai nuovi talenti che fanno moda e a non guardare più solo e soltanto i grandi nomi conosciuti da sempre.
ho voglia di novità e di freschezza!
grazie xchè mi fai conoscere delle realtà che senza il tuo aiuto non saprei come scoprire!
un bacione

emanuela
Reply

Barbie carissima,
commenti come il tuo sono quelli che mi spingono ad andare avanti e che mi regalano il sorriso al mattino.
Grazie, con tutto il cuore: non sai quanta energia mi regalino le tue parole.
E visto che ti vedo tanto interessata al nuovo (quanto ne sono felice!), mi permetto di farti una piccola segnalazione: nella sezione Portfolio del blog trovi gli articoli che scrivo anche per altre testate, suddivisi per magazine. Se tieni d’occhio WBIS e Sbaam, nei prossimi giorni usciranno tanti pezzi che parlano di cose nuove e/o di brand ancora non molto diffusi. Anzi, su Sbaam ce ne sono già diversi.
Durante questa settimana della moda appena terminata, ho avuto la fortuna di vedere molti nomi nuovi e persone piene di splendidi talenti: se ti andrà di seguirmi, prossimamente pubblicherò tante cose. Se riesco, vorrei pubblicare qui sul blog un articolo ogni giorno, alternando tra nuovo e nomi consolidati.
Lo ripeto: grazie 🙂
Un forte abbraccio,
Manu

Lascia un commento

Nome*

email* (not published)

website

error: Sii glittering, non copiare :-)