Milano Moda Donna, un amarcord quasi privato

Chi ha letto gli ultimi post si sarà fatto l’idea che in questi giorni io sia un pochino malinconica, con un occhio rivolto al passato: non lo nego. Di solito, non sono una persona che ama cullarsi in ciò che è stato e tanto meno lo rimpiango, mi piace guardare avanti: eppure, due volte l’anno, mi prende questa strana malinconia, in occasione del mio compleanno e verso la fine dell’anno. Due momenti a poca distanza l’uno dall’altro, visto che il mio compleanno è il 26 novembre (qui il post). L’esatto contrario di ciò che mi succede in settembre, quando invece mi sento frizzante per l’anno lavorativo che ricomincia dopo la pausa estiva.

E – guarda caso – settembre è anche il mese di uno dei due appuntamenti annuali di Milano Moda Donna: in attesa del 19 febbraio, data in cui tutto ricomincerà, ho deciso di pubblicare un album di ricordi della scorsa edizione. In questi mesi, ho pian piano pubblicato i racconti delle sfilate e delle presentazioni che ho vissuto in prima persona: ora è il momento di un collage di momenti e ricordi quasi privati.

Quasi privati nel senso che, finora, ho dato precedenza a ciò che ho visto e non a me stessa, mentre questi sono momenti un po’ miei, cose che ho vissuto e assaporato in modo particolare, con l’aggiunta di qualche selfie: “fotografia fatta a sé stessi, solitamente scattata con uno smartphone o una webcam e poi condivisa sui social network”. È questa la definizione che l’autorevole Oxford English Dictionary dà del tormentone mediatico degli ultimi anni, ovvero l’autoritratto ai tempi di Facebook, Instagram e Twitter. La moda è ormai così diffusa (e virale) da aver convinto i redattori del dizionario più famoso al mondo che selfie sia proprio la parola più utilizzata e nuova di quest’anno che sta per finire, tanto da nominarla Oxford Dictionaries Word of Year 2013 (se non ci credete, guardate qui e qui). Il dato è piuttosto impressionante: l’aumento della ricorrenza del termine è pari al 17.000% (diciassetemila, sì) rispetto allo scorso anno.

Tornando alla mia malinconia di questi giorni… Questo è l’ultimo post dell’anno 2013: lungi da me l’idea di fare bilanci e di snocciolare dati, perdonatemi ma per me la matematica è sempre stata una materia un po’ fredda, senza dubbio non la mia preferita. Idem per la statistica. Citerò quindi solo alcuni numeri che mi fanno felice, lo ammetto: 130 post pubblicati nei primi 8 mesi di vita di A glittering woman, 2.055 like ad oggi sulla pagina Facebook (grazie di cuore!!!) e 437 like sull’articolo che più di tutti ho scritto con la pancia (qui).

Comunque, lo prometto: dopo questo post, bando alla malinconia e si guarda avanti. Fermarsi a contemplare i traguardi raggiunti (sempre ammesso che tali siano) non è da me: può essere utile, a volte, ma poi si prosegue. Ho tanta voglia di curiosare nel futuro, anzi, di costruirmelo giorno dopo giorno: la strada da percorrere è molto lunga e ciò che ho fatto è nulla in confronto a ciò che spero di fare.

E anche se sono un po’ allergica a tutte le feste comandate (forse avrete capito anche questo, vista la scarsità di accenni natalizi qui sul blog e su Facebook), voglio fare un augurio speciale a tutti coloro che mi leggono: vi auguro che il vostro 2014 sia favolosamente glittering, qualsiasi sia la strada che possa rendervi felici.

Manu

 

18-09-2013 / Stagione dopo stagione, per me ogni Milano Moda Donna è come se fosse la prima: l’emozione non cambia. Sono sempre particolarmente affezionata alla sfilata che inaugura ogni nuova edizione: la prima in calendario è Paola Frani ed è con loro che anche per me si aprono le danze.
18-09-2013 / Stagione dopo stagione, per me ogni Milano Moda Donna è come se fosse la prima: l’emozione non cambia. Sono sempre particolarmente affezionata alla sfilata che inaugura ogni nuova edizione: la prima in calendario è Paola Frani ed è con loro che anche per me si aprono le danze.
18-09-2013 / Di lui parlo spessissimo, non solo qui sul blog: Stefano Guerrini, maestro e amico, immortalato da me con la nuova Guerrini Bag per Guerri Milano.
18-09-2013 / Di lui parlo spessissimo, non solo qui sul blog: Stefano Guerrini, maestro e amico, immortalato da me con la nuova Guerrini Bag per Guerri Milano.

Per seguire Stefano: qui (una delle tante cose che fa, in verità).

18-09-2013 / Ogni tanto, durante la Milano Moda Donna, finisco nell’obiettivo di qualche fotografo: qui sono stata immortalata da Alessandra Pepe, amica e collega. Con gli orecchini vintage anni ’80 firmati Scooter Paris, acquistati pochi giorni prima al mercatino di Menton, e il turbante nero di H&M.
18-09-2013 / Ogni tanto, durante la Milano Moda Donna, finisco nell’obiettivo di qualche fotografo: qui sono stata immortalata da Alessandra Pepe, amica e collega. Con gli orecchini vintage anni ’80 firmati Scooter Paris, acquistati pochi giorni prima al mercatino di Menton, e il turbante nero di H&M.

Per leggere il blog della brava Alessandra: qui (anche nel suo caso, una delle tante cose che fa).

19-09-2013 / Scriveva la grande Diana Vreeland: <em>“red is the great clarifier – bright, cleansing and revealing. It makes all other colors beautiful. I can’t imagine becoming bored with red – it would be like becoming bored with the person you love”</em>. Concordo in pieno con lei: per il secondo giorno di Milano Moda Donna, ho scelto la mia cartella Zatchels in rosso metallizzato. E la collana con baci in metallo dorato di H&M.
19-09-2013 / Scriveva la grande Diana Vreeland: “red is the great clarifier – bright, cleansing and revealing. It makes all other colors beautiful. I can’t imagine becoming bored with red – it would be like becoming bored with the person you love”. Concordo in pieno con lei: per il secondo giorno di Milano Moda Donna, ho scelto la mia cartella Zatchels in rosso metallizzato. E la collana con baci in metallo dorato di H&M.
19-09-2013 / Cartella rossa di Zatchels e collana con baci in metallo dorato di H&M.
19-09-2013 / Cartella rossa di Zatchels e collana con baci in metallo dorato di H&M.
19-09-2013 / Il momento più bello di Milano Moda Donna: la stretta di mano con la grande Krizia al termine della sua sfilata.
19-09-2013 / Il momento più bello di Milano Moda Donna: la stretta di mano con la grande Krizia al termine della sua sfilata.
21-09-2013 / Credo che ormai sia chiaro a tutti i frequentatori del blog: i bijou sono la mia passione! Per il quarto giorno di Milano Moda Donna, ho scelto una cascata di bracciali nei toni dell’azzurro (il primo in pelle intrecciata è di Vladimiro Gioia) e dell’oro, con tanti piccoli porta fortuna: la manina di Fatima (Kettlebell Jewels), lo scarabeo preso in Egitto, l’occhio di Allah (quello su nastro accanto allo scarabeo è di Marco Ferra Bijou).
21-09-2013 / Credo che ormai sia chiaro a tutti i frequentatori del blog: i bijou sono la mia passione! Per il quarto giorno di Milano Moda Donna, ho scelto una cascata di bracciali nei toni dell’azzurro (il primo in pelle intrecciata è di Vladimiro Gioia) e dell’oro, con tanti piccoli porta fortuna: la manina di Fatima (Kettlebell Jewels), lo scarabeo preso in Egitto, l’occhio di Allah (quello su nastro accanto allo scarabeo è di Marco Ferra Bijou).
21-09-2013 / In versione <em>selfie:</em> coi miei bracciali azzurri e i pantaloni animalier di H&M all’evento Happiness.
21-09-2013 / In versione selfie: coi miei bracciali azzurri e i pantaloni animalier di H&M all’evento Happiness.
22-09-2013 / Di nuovo in versione <em>selfie</em>: pronta per il quinto giorno di Milano Moda Donna.
22-09-2013 / Di nuovo in versione selfie: pronta per il quinto giorno di Milano Moda Donna.
22-09-2013 / Ritratta da Fanny Raponi, amica e talentuosa designer di gioielli. Infatti non è suo solo lo scatto, ma anche il collier che indosso nella foto. E che è stato fatto per me!
22-09-2013 / Ritratta da Fanny Raponi, amica e talentuosa designer di gioielli. Infatti non è suo solo lo scatto, ma anche il collier che indosso nella foto. E che è stato fatto per me!

Per vedere le creazioni di Fanny Raponi: qui il suo sito e qui la pagina Facebook. Qui il collier che ha creato per me.

22-09-2013 / Presentazione Alberto Guardiani: le Lipstick Heel 115. Le voglio!
22-09-2013 / Presentazione Alberto Guardiani: le Lipstick Heel 115. Le voglio!
22-09-2013 / Presentazione Alberto Guardiani: voglio anche queste!
22-09-2013 / Presentazione Alberto Guardiani: voglio anche queste!
23-09-2013 / Un altro <em>selfie</em>: pronta per il sesto giorno di Milano Moda Donna con gli orecchini Bricconcella Bijoux e il turbante Sine Modus.
23-09-2013 / Un altro selfie: pronta per il sesto giorno di Milano Moda Donna con gli orecchini Bricconcella Bijoux e il turbante Sine Modus.
23-09-2013 / <em>Glittering shoes</em> per una <em>glittering woman</em>!
23-09-2013 / Glittering shoes per una glittering woman!
23-09-2013 / Porta Genova: installazione in occasione di Milano Moda Donna sulla Scaletta, ovvero il ponte pedonale che porta dal piazzale della stazione a via Tortona.
23-09-2013 / Porta Genova: installazione in occasione di Milano Moda Donna sulla Scaletta, ovvero il ponte pedonale che porta dal piazzale della stazione a via Tortona.
23-09-2013 / L’ingresso di Super, il salone dedicato agli emergenti che si svolge in concomitanza con Milano Moda Donna.
23-09-2013 / L’ingresso di Super, il salone dedicato agli emergenti che si svolge in concomitanza con Milano Moda Donna.
23-09-2013 / Una piccola soddisfazione: questa volta mi sono registrata al Super non solo come <em>fashion editor</em> ma anche come <em>blogger</em>. Ne sono orgogliosa e sono orgogliosa di vedere il nome della mia <em>creatura</em> sul badge!
23-09-2013 / Una piccola soddisfazione: questa volta mi sono registrata al Super non solo come fashion editor ma anche come blogger. Ne sono orgogliosa e sono orgogliosa di vedere il nome della mia creatura sul badge!
23-09-2013 / Al Super, il salone dedicato agli emergenti, c’è posto anche per l’ironia: <em>“I’m still waiting for my birkin”</em>, dice la scritta sulla borsa in paglia.
23-09-2013 / Al Super, il salone dedicato agli emergenti, c’è posto anche per l’ironia: “I’m still waiting for my birkin”, dice la scritta sulla borsa in paglia.

 

Appuntamento al 19 febbraio per la prossima edizione di Milano Moda Donna!

 

La moda che verrà, ovvero ciò che ho vissuto in prima persona dell’edizione di settembre 2013 di Milano Moda Donna dedicata alle collezioni per la primavera / estate 2014:

Paola Frani: qui

Angelo Marani: qui

Simonetta Ravizza: qui

Alberto Zambelli: qui

Luisa Beccaria: qui

Fatima Val: qui

Kristina Ti: qui

Krizia: qui

Jo No Fui: qui

Vladimiro Gioia: qui

Sergio Daricello: qui

The Wandering Collective: qui

Happiness: qui

Blue Fashion Beach: qui

Alice Tamburini: qui

Ludovica Amati: qui

Debora Zavaglia: qui

Sergei Gringo: qui

Chicca Lualdi: qui

In arrivo prossimamente: Giulia Marani

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Manu

Mi chiamo Emanuela Pirré, Manu per gli amici di vita quotidiana e di web, e sono nata un tot di anni fa con una malattia: la moda. La moda è come l’aria che respiro: ne ho bisogno perché per me è una forma di cultura, una modalità di espressione e di comunicazione, un linguaggio che amo e rispetto. Il minimalismo non è il mio forte e sono allergica a pregiudizi, cliché, convenzioni, conformismo e omologazione. Vivo sospesa tra passione per il vintage e amore per il futuro e sono orgogliosa della mia nutrita collezione di bijou iniziata quando avevo 15 anni: per fortuna Enrico, la mia metà, sopporta con pazienza entrambe, me e la collezione. Sono curiosa di natura perché è la vita stessa a stuzzicarmi: oltre alla moda, amo i viaggi, i libri, l'arte, il cinema, la fotografia, la musica, il nuoto e la buona tavola, possibilmente in compagnia. La positività è la mia filosofia di vita: mi piace costruire, non distruggere. Sono web content editor, insegno Fashion Web Editing in Accademia Del Lusso, mi occupo di consulenze sempre in ambito moda e/o comunicazione e infine porto avanti con entusiasmo questo blog. Detesto i limiti, i confini, i preconcetti – soprattutto i miei – e mi piace fare tutto ciò che posso per superarli. Se volete provare a diventare miei amici, potete offrirmi un piatto di tortellini in brodo oppure potete propormi la visione di “Ghost”: inguaribile romantica (e ottimista), riesco ancora a sperare che il finale triste si trasformi in un "happy end".

Lascia un commento

Nome*

email* (not published)

website

error: Sii glittering, non copiare :-)